PERCHE’ VENDERE ARTE ONLINE?

La risposta a questa domanda è davvero molto semplice: al giorno d’oggi avere un e-commerce corrisponde ad avere un ulteriore punto vendita, ma non in una città specifica o in una particolare nazione, ma in quel magico mondo chiamato internet, raggiungibile dalle persone di tutto il mondo, in qualsiasi momento.

Sono molte oramai le aziende che utilizzano internet come unico canale di vendita, ma dev’essere chiaro che un e-commerce non esclude la possibilità di continuare ad avere la propria galleria tradizionale, anzi, aumenta notevolmente le possibilità di vendita. Le aziende che ne usufruiscono sono infatti presenti sul mercato 24h su 24h, senza limiti di tempo o di spazio, e per questo possono potenzialmente aumentare i propri confini di vendita anche oltre il territorio nazionale.

L’acquisizione di nuovi clienti e la fidelizzazione di quelli attuali è un fattore critico di distinzione competitiva e il valore aggiunto di un sito e-commerce è proprio quello di essere uno strumento particolarmente adatto alla fidelizzazione dei clienti già acquisiti e alla conquista di nuovi, sostentendo però dei costi notevolmente più contenuti rispetto agli strumenti tradizionali. L’importante è che la galleria si sappia presentare al meglio, trasmettendo agli utenti un senso di serietà e professionalità che, ai fini dell’acquisto, sono caratteristiche più determinanti del prezzo. Fino a qualche tempo fa la realizzazione di un sito e-commerce richiedeva risorse che solo una grande galleria o azienda poteva permettersi, mentre oggi è tutto più semplice e meno dispendioso.

Acquistare in rete da una galleria affidabile, significa anche potersi prendere il proprio tempo per decidere, per valutare con attenzione e comodamente da casa quale opera acquistare.

Spazio Anna Breda ha saputo adeguarsi ai tempi e da ormai molti anni ha creato un portale online, Artedesignshop.com, che avvicina l’arte al pubblico, in maniera democratica e trasparente.

 

Posted on 12 settembre 2018 in Arte, Blog

Leave a reply

Back to Top