COSA NASCONDE IL “RITRATTO DI DONNA” DI DEGAS?

Analisi ai raggi X hanno portato alla luce un volto di donna celato da un più recente dipinto: è solo l’ultimo di una serie di soggetti cancellati o coperti per ragioni “economiche” o ripensamenti. Un “quadro nel quadro”, di cui da tempo si sospettava l’esistenza, è stato individuato in una tela di Edgar Degas, intitolata Ritratto di donna. Avanzate analisi ai raggi X hanno rivelato, nel dipinto di una donna con un cappello e un abito scuro (sulla sinistra), il ritratto di un altro soggetto femminile, forse la modella francese Emma Dobigny, che posava frequentemente per il pittore impressionista.

Che sotto alle dense e scure pennellate del Ritratto di donna, realizzato nel 1876, si nascondesse un altro dipinto era noto dal 1922, ma nessuno era mai riuscito a vedere con precisione l’immagine sottostante, rintracciabile come un alone più scuro sulla guancia della signora ritratta.

Le convenzionali analisi ai raggi X (nella foto) avevano rivelato soltanto il profilo del volto femminile nascosto sotto al ritratto, ma per osservarne i particolari senza rovinare la tela serviva una tecnica di analisi più potente.

Un team di scienziati australiani in collaborazione con la National Gallery of Victoria di Melbourne è allora ricorso alla tecnica della fluorescenza a raggi X, che ha permesso di scandagliare sotto agli strati più superficiali della tempera a olio. Le analisi sono state realizzate grazie alla luce di sincrotrone, un’intensa radiazione elettromagnetica generata da un potente acceleratore che ha permesso di individuare gli elementi metallici presenti nei pigmenti del dipinto originale.

 

Fonte: http://www.focus.it/cultura/arte/il-ritratto-di-degas-e-altri-capolavori-nascosti?gimg=78774&gpath=#img78774

Posted on 19 agosto 2016 in Blog

Back to Top