L’America degli anni ’50, nelle tele dell’artista Andrea Baruffi.

Torniamo a parlare di uno degli artisti che accompagnano la nostra galleria ormai da moltissimi anni, si tratta del bravissimo Andrea Baruffi.
Nelle sue tele l’America degli anni ’40 e ’50 descritta con fotografica minuzia, quartieri immersi nella semplice quotidianità. Bambini immortalati, fissati in un istante eterno, come in una polaroid.

Le sue opere trasmettono, attraverso vigorose pennellate d’acrilico, la serenità degli anni ’50 americani, quelli in cui una società ebbra di speranze si stava riprendendo dal disastro dell’ultima Guerra, ma che era ancora ignara dell’imminente fronteggiarsi dei due grandi blocchi della prossima Guerra Fredda. È soprattutto New York a essere rappresentata nelle tele di questo grande artista contemporaneo, nato a Bologna, ma vissuto per oltre 30 anni negli Stati Uniti.

Una New York ottimista, che vive le prime innovazioni tecnologiche con entusiasmo, assaporando un progresso non ancora sfociato in consumismo.
Ma ci sono anche le tele a colori, colori diluiti, mai spinti fino all’eccesso, che si mescolano in modo ordinato tra le architetture delle città. Ecco che svettano i cartelli pubblicitari, nuove icone della comunicazione. Ogni tela rappresenta un ricordo, a prescindere dal fatto che in quella città non si sia mai stati, Andrea Baruffi riesce a connotarle perfettamente. Il ricordo non è nostalgico, ma è una sorta di inno ottimistico alla vita. Trovate le sue incredibili opere sul nostro sito.

Posted on 10 marzo 2016 in Arte, Blog

Back to Top